Ius soli ius sanguinis Italia: nato in mezzo tra due sud

Storie e Notizie N. 929

http://www.youtube.com/watch?v=4ZC2eiF6N8Q
Guarda il video
Essendomi di recente espresso sul mio Ius soli, volevo dire qualcosa anche sullo Ius sanguinis, espressione che riguarda l'acquisizione della cittadinanza grazie alla nascita da un genitore in possesso della medesima.
Tuttavia, se tua madre e tuo padre sono Luce e Buio, può venir fuori solo un'altra storia...

Il mio nome è Tramonto.
Sì, quel magico momento tra il giorno e la notte, quell'attimo affascinante e
incerto, denso di mistero.
E’ proprio in quell'attimo che sono nato, sospeso tra il nulla e l'infinito.
Sempre al tramonto fui concepito.
Mio padre Buio e mia madre Luce ebbero solo un istante per amarsi, ma fu sufficiente per donarmi al mondo.
Sono nato in mezzo tra due sud.
Quello d'Italia, Napoli, e quello del mondo, l'Africa.
Quindi, tra due colori, tra un nome e un cognome così diversi, tra mente e cuore, soprattutto.
Sono nato lì, su quella linea di confine, e da allora ho vissuto camminando su una corda immaginaria, sospeso su un mondo bisognoso di riconoscere e di riconoscersi.
Di giorno, studiando formule e teoremi, e la notte recitando, cantando e soprattutto scrivendo.
Col tempo ho imparato ad amare questa vita perennemente in bilico, con i piedi per terra e la testa persa fra le stelle.
E ho fatto un sogno.
Sì, proprio in quell'ora affascinante in cui il sole e la luna si scambiano il 'cinque'.
In quell'attimo fatto a posta per i nati in mezzo come me.
Esattamente in quel momento, ho sognato che forse siamo in tanti a camminare su quella corda, più di quanti io creda.

Tratto da Tramonto
 



Altre da leggere:

Sharethis