Egitto colpo di stato contro Morsi 2013: storia della democrazia

Storie e Notizie N. 961

Quando l’esercito e la polizia sono con il popolo è un colpo di stato.
E se il colpo di stato è benedetto, evviva Dorothy, la perfida strega è morta.

Ma laddove il popolo è contro l’esercito e la polizia, sono dei facinorosi.
E se i facinorosi vengono manganellati se la sono cercata.
Perché il diritto alla protesta è sacrosanto, ma non bisogna mai degenerare.
D’altra parte, guai a fare di tutta la marijuana un militante di estrema destra.
Questa forse arriva dopo.

Quando chi governa non rispetta il volere dei cittadini, e legifera a proprio favore e di amici potenti a scapito della povera gente, c’è la dittatura.
E allora tutti a lodare i ribelli.
E’ la primavera Araba, è sempre primavera, anche se siamo a luglio.

Ma laddove i cittadini manchino di rispetto, anche solo per una frazione di secondo, verso chi governa, fioccano querele e multe, arresti preventivi e pubbliche reprimende.
Perché il diritto alla critica nessuno lo tocca, ma non bisogna mai esagerare.
D’altra parte, avere un diritto non comporta mica il poterlo esercitare.
Parole esatte di un noto esponente della Lega Nord.

Quando in un paese la religione si confonde con lo Stato mortificando le libertà individuali, quelli sono gli islamici.
E allora tutti in prima pagina, i cattivi.
A ricordarci di stare attenti, anche qui da noi, a non essere troppo tolleranti con quelli là.

Ma laddove in un paese lo Stato baratti le libertà individuali con il pretesto della religione, sta proteggendo i propri valori.
Perché un conto è il diritto a vivere come ti pare dentro casa tua, tutt’altro è pretendere di essere gay anche fuori.
D’altra parte, il Signore ha creato l’uomo e la donna a sua immagine.
D’accordo su Borghezio, Brunetta e Santanchè, ma Photoshop è venuto dopo.

Quando in un paese una dittatura viene rovesciata e il dittatore cacciato o addirittura ucciso, ecco che arriva la democrazia.
E allora tutti a condividere il video virale con la fine del truce aguzzino.
Ad unirci ai milioni di spettatori democratici, solo una volta, però, eh?
Altrimenti sei un sadico.
Un sadico democratico, però.

Ma laddove in un paese i dittatori siano loro a rovesciare te, dal tuo lavoro e dal tuo appartamento, costringendoti perfino a una tale disperazione da toglierti la vita, ecco, quella è la democrazia occidentale.
Perché si fa presto a parlare di potere del popolo, qui non è mica il paradiso.
D’altra parte, se ci pensi non ci sono contraddizioni, perché anche quelli che chiami dittatori, un tempo, facevano parte del popolo.
Poi hanno fatto le primarie o hanno chiesto aiuto alla mafia, adesso non ricordo, ma ti sembra questo il momento di fare demagogia?

Ora è il momento di festeggiare.
Un altro paese sta liberando se stesso.
Già, hai capito bene.
Un altro paese.

  



Altre da leggere:

Sharethis